COUNSELLING

“La persona è ciò che diviene”
Franz R. Epting

Con questo termine indichiamo l’opportunità di un sostegno orientato allo sviluppo delle risorse personali, alla valorizzazione del potenziale individuale e relazionale e alla promozione del benessere psicologico.

Vale a dire che il counselling può aiutare la persona a prendersi cura di sé e della propria vita anche in assenza di un problema fortemente invalidante vissuto come tale. Ciò avviene utilizzando gli strumenti professionali ai fini dell’orientamento (per esempio scolastico o professionale), sviluppando competenze che regolino opportunamente i processi decisionali (incremento e consapevolezza della possibilità di scelta) e mirando al miglioramento della qualità di vita.

E’ evidente che il mantenimento dell’equilibrio personale e il saper cambiare necessitino del supporto di una figura professionale le cui conoscenze devono risultare pertinenti. Di recente si è assistito ad alcune perplessità riguardanti l’esercizio del counselling da parte di figure legate ad associazioni non regolamentate, con il risultato che il cittadino, non potendo essere esperto di ogni campo del sapere, non sappia a chi indirizzare la propria richiesta. Per risolvere buona parte dei dubbi, può essere utile tenere conto della differenza fra i titoli di studio.

Per esempio, uno psicoterapeuta che esercita il counselling psicologico risulta essere una figura professionale le cui conoscenze derivano da un percorso formativo almeno decennale, di tipo accademico e connotato da un’alta specializzazione.